venerdì 23 settembre 2011

Aspic di pollo, come 50 anni fa!

L'Aspic è uno di quei piatti di una volta forse un po'dimenticato, che ogni tanto si intravvede sui banchi della gastronomia, ma non si acquista mai perché sembra sia li da un'eternità e sembra quasi che vi fissi.
Invece se fatto in casa è una sinfonia di sapori e di colori! E prepararlo è una delle cose più semplici del mondo! 
Io l'ho fatto con del pollo bollito che avevo in casa, voi potete farlo con qualunque altro ingrediente.
Potete decider se farlo ex novo o usarlo come un metodo elegante per riciclare gli avanzi del giorno prima!
Comodo, no?!

  • pollo bollito
  • 1 cubo di gelatina salata (serve per 1/2 litro d'acqua normalmente)
  • cetriolini sottaceto
  • 1 carota 
  • 1/2 litro d'acqua (circa x 4 monoporzioni)


Tagliate a pezzettini il pollo, pulite, pelate e tagliate a pezzettini la carota. Tagliate a pezzettini i cetriolini, per la quantità è a vostra scelta. Disponete il pollo, i pezzetti di carota, quelli di cetriolo ed eventuali decorazioni in contenitori mono porzione (se volete potete usarne anche uno più grande singolo).
In un pentolino portate ad ebollizione 250 ml d'acqua e scioglietevi il dado di gelatina con attenzione, quando avrete sciolto la gelatina levate il pentolino dal fuoco ed aggiungete 250 ml d'acqua fredda. Versate subito il liquido ottenuto nei contenitori ed attendete che arrivi a temperatura ambiente, quindi mettete in frigorifero le coppette per 3/4 ore, meglio una notte intera, finché la gelatina non si sarà solidificata completamente.
Potrete decider se lasciare i vostri aspic nelle coppette o se metterli su di un piatto come nella foto.

Nessun commento:

Posta un commento