martedì 16 ottobre 2012

Pane integrale home made: primo esperimento!

Complici una giornata di pioggia in campagna e una macchina per fare il pane abbandonata, il resto è storia, si fa per dire. Sono stata sempre affascinata da tutti gli appassionati del metter le mani in pasta, dalle pagnotte dorate dalle mille forme che si vedono ancora in qualche piccola bottega, senza aspettarmi risultati paragonabili ho provato l'ebbrezza della macchina del pane! Mettete tutti gli ingredienti, attendete 3 o 4 ore e il risultato dovrebbe essere accettabile!


Per 1 kg di pane integrale:
  • 380 ml acqua temperatura ambiente
  • 600 g farina integrale
  • 1 cucchiaio latte (misurini americani table spoon)
  • 2 cucchiaini sale
  • 1 cucchiaio zucchero
  • 1 1/2 cucchiaio di olio d'oliva
  • 1 cucchiaino lievito di birra in polvere 
Semplicemente mettete tutto nella macchina seguendo le istruzioni. Le misurazioni devono esser molto precise o rischierete di trovarvi una mattonella di pane.


Le ricette online e sui libri non mancano, quella che vi ho dato è una base con cui potete sbizzarrirvi. Il pane fresco se avvolto nella pellicola argentata resiste fino a tre giorni. Il modo migliore di consumarlo è tostare le fette prima di servirle in modo che sia tiepido e croccante. Se leggete sulle confezioni dei pani classici del supermercato leggerete "trattato con alcool etilico", il che non è esattamente invitante, almeno così sarete sicuri di quello che mangiate!

5 commenti:

  1. eh si...la macchina del pane è a riposo anche a me...ormai da tempo!!! quasi quasi...mi hai fatto venir voglia di farla resuscitare!!!
    il pane fatto in casa...tutta un'altra cosa!!!
    baci

    RispondiElimina
  2. Direi che è andato bene no? E poi i pani integrali sono in assoluto quelli che preferisco :-) Baci!

    RispondiElimina
  3. Ciao Arnalda, caso vuole che oggi sia la giornata dell'alimentazione ed anche il 7° World Bread Day e il tuo bel pane casca proprio a fagiolo, come si suol dire :-)
    Leggi qua:
    http://cindystarblog.blogspot.it/2012/09/7-world-bread-day-16-ottobre-2012.html
    e portalo da Zorra entro domani! :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao Giulia/Arnalda,
    sono capitata per caso sul tuo blog e ti devo fare tanti complimenti, è bellissimo! ...alla faccia della fotografa autodidatta! ;) D'ora in poi ti seguirò con piacere e se ti va di venire a trovarmi, sei più che benvenuta! :)
    A presto,
    Danja

    RispondiElimina
  5. Impagabile il profumo che si spande per la casa quando la macchina del pane è in funzione...ti consiglio di provare ad aggiungerci pomodori secchi, semi di sesamo e noci...vedrai!

    RispondiElimina