venerdì 30 marzo 2012

Quiche rustica con pasta di salame, cipollotti e zucchine!

Per tutti gli appassionati delle quiches, torte salate e simili una nuova creazione decisamente campagnola che farà al caso vostro. L'ideale per tirarvi fuori dai pasticci quando non sapete cosa preparare e non avete ore intere a disposizione (ma poi chi ha tutto questo tempo?!).
Il mio consiglio è: tenetevi sempre in frigo un foglio di pasta sfoglia o brisé e usatelo nelle situazioni d'emergenza!
L'idea è quella di fare una quiche un po'rustica a base ovviamente di uova, zucchine, cipollotti e pasta di salame. Se non vi piace la pasta di salame potete sostituirla con dei pezzetti di salsiccia o semplicemente depennarla dalla lista ingredienti!

Per una quiche da 6/8 pers:
  • un foglio di pasta sfoglia pronta
  • 2 uova
  • qualche cucchiaio di latte (o panna se la volete più soffice e non pensate al colesterolo)
  • 2 cipollotti freschi
  • 1 zucchina media
  • 100gr di pasta di salame o salsiccia
  • 2 cucchiai di parmigiano


Scaldate il forno a 200/220°C, tagliate i cipollotti e le zucchine a rondelle, saltate il tutto in padella con un filo d'olio e un pizzico di sale.
Stendete la pasta sfoglia in una teglia imburrata e bucherellate il fondo con una forchetta, disponete le zucchine saltate, poi la pasta di salame a pezzettini. In una ciotola sbattete le uova col latte, il parmigiano e un pizzico di sale, distribuite uniformemente sulla sfoglia. Ripiegate con cura i bordi della sfoglia e passateli con un po' di uovo perché si dorino, infornate per 25/30min.
Potete gustarla sia calda che fredda o prepararla anche il giorno prima e scaldarla successivamente.

Un'altra idea per una quiche da sogno? L'ormai celeberrima quiche della Lella!

martedì 27 marzo 2012

Pancakes fiorentini per un dolce risveglio...

Cominciamo la giornata viziandoci un po', com'è giusto che sia! E allora w i pancakes! Vi chiederete perché fiorentini?! Semplicemente perché la ricetta per fare questi pancakes super vaporosi mi è stata gentilmente concessa da un'amica che dalla passione per i dolci ha deciso di farne una vera e propria professione aprendo a Firenze il suo primo locale per brunch: 3R. Non ci sono ancora stata ma visto il risultato mi sa che una visita la merita!

Prima regola in cucina: mai distrarsi, non si sa mai cosa può succedere...

Per 4 pers o 2 fameliche:
  • 2 uova
  • 250 ml latte
  • 200g farina
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 1 presa di sale
  • burro
  • sciroppo d'acero, miele o marmellata

Per i più attenti nella foto manca un pancakes, chissà perché?!

Sbattete le uova con lo zucchero e unite gradualmente tutti gli ingredienti aiutandovi ad amalgamare l'impasto con una frusta tenendo per ultimi farina e lievito. Fate riposare l'impasto per una mezzoretta in frigo per avere un risultato extra fluffy, se siete di corsa potete procedere subito alla cottura.
In una padellina antiaderente sciogliete una noce di burro e mettete l'impasto con mestolo, attendete che l'impasto si asciughi quasi completamente e con una paletta girate con attenzione il vostro pancake e quando sarà pronto ripetete l'operazione con del  nuovo impasto.
Impilate i pancakes e servite con una noce di burro e ciò che più amate.

venerdì 23 marzo 2012

Insalata di carciofi e gamberoni con scaglie di percorino dolce

Per voi un'altra delle specialità del mio papà con cui sono cresciuta! E' un piatto jolly che potete usare come antipasto, insalata o piatto unico, in ogni situazione che sia pranzo o cena ne esce sempre vittorioso, il dispendio di energie per prepararlo è minimo e sbagliarlo è quasi impossibile! Ovviamente avendo pochi ingredienti è necessario che siano di prima qualità!

Per una pers se si considera come piatto unico, altrimenti dimezzate:
  • 2 carciofi spinosi
  • 6/7 gamberoni nostrani freschi o surgelati
  • qualche scaglia di pecorino dolce 
  • uova di lompo
  • peperoncino
  • limone
  • olio extravergine d'oliva
  • sale


Lavate i carciofi, tagliateli a metà, rimuovete con un coltello le "barbe", le piccole foglie interne e le spine esterne. Metteteli a bagno in una bacinella con acqua fredda e il succo di mezzo limone. Intanto mettete a bollire i gamberoni per 4 min circa, finché non avranno preso colore, a quel punto passateli subito sotto l'acqua fredda e sgusciateli a mano.
Asciugate i carciofi e tagliateli a fettine sottili a mano ( o con una mandolina). Unite carciofi e gamberoni nel piatto, tagliate qualche scaglia di pecorino, decorate con un cucchiaino di uova di lompo, una grattata di peperoncino, olio e limone, e il gioco è fatto in non più di 10 min!

mercoledì 21 marzo 2012

In cucina con... Alessina! Biscotti di pasta frolla: uno tira l'altro!

Cari amici golosi oggi nasce una nuova rubrica di piccole ricette create da voi! Non c'è bisogno di esser degli chef per cucinare, basta avere passione o anche una buona dose di autoironia! Mettetevi in gioco e sperimentate, ispiratevi, assaggiate e perché no macchiatevi! E se carbonizzate la cena potete sempre chiamare il take away sotto casa e nessuno vi giudicherà male! 

Oggi sono in cucina con... Alessina!
Alessina, Ale o Alf, per gli amici, è un guru degli accessori, lavora nel favoloso mondo della moda, ma ha saputo mantenere il piacere delle cose vere e riesce ad emozionarsi davanti a un piccolo Westie scodinzolante, ama la fotografia ed è una vera buongustaia!
Mi sa che l'avete già incontrata tra una ricetta e l'altra, vi state chiedendo dove? Ma nel Picnic retrò, dove se no?! E ora conosciamo meglio la nostra adorata cuciniera:

Alessia Sardella chef per un giorno nella cucina di Arnalda!

In cucina con? Una musica allegra di sottofondo e il telefono a portata di mano per chiedere consigli alla zia (cuoca esperta). Se sono dai miei con mia mamma che sbuca in cucina in veste di assistente.

Come hai cominciato a cucinare? Complice un libro di biscotti per bambini e un corso di cucina alla scuola elementare. Il mio primo esperimento sono stati dei biscotti con la farina gialla per cui la mia compagna di banco impazziva! Così, quando potevo la domenica li preparavo e il lunedì glieli portavo. 

Per chi ami cucinare? Per coloro che amo: la mia famiglia e miei amici.

Piatto preferito? Vado matta per il pollo arrosto e i dolci!

La tua massima in cucina? Ogni ricetta ha bisogno di un suo tempo di riposo. Nella vita ci vuol pazienza e bisogna saper sorridere, come mi ha insegnato la mia amica Miky.

La tua ricetta di oggi? Biscotti di pasta frolla: uno tira l'altro!

Una scarpa può cambiarti la vita! Cit. Cenerentola

Per deliziarvi con biscotti di Alessia a forma di scarpina (per quelli del settore a décolleté):

  • 250g farina
  • 125g zucchero
  • 125g burro morbido a temperatura ambiente
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
Tagliate il burro a cubetti e amalgamatelo con la farina e lo zucchero, unite l'uovo e il sale. Cercate di lavorare l'impasto il meno possibile, avvolgete la pasta frolla in una pellicola trasparente e fatela riposare in frigo per almeno 30 min. Poi stendetela con l'aiuto di un mattarello fino ad arrivare a 4 o 5 mm, se inserita tra due fogli di carta forno sarà ancora più semplice!
Tagliate la frolla con le formine che preferite o semplicemente con un bicchiere. Infornate a 180°C per 15min circa, sfornate e lasciate che in biscotti invadano la casa con il loro meraviglioso profumo!

lunedì 19 marzo 2012

Happiness is.... cioccolatini fondenti al peperoncino!

Cioccolato e peperoncino rosso, potete pensare a un accostamento meglio riuscito di questo?
Il cioccolato vellutato e amaro si unisce alla polvere di peperoncino piccante che gradevolmente punge il palato e delicatamente esalta il cacao risvegliando profumi di terre lontane.

Per preparare 15 cioccolatini in casa:
  • 250 gr di cioccolato fondente in tavoletta (ho usato un fondente 75%)
  • un cucchiaio di panna fresca liquida (facoltativa)
  • mezzo cucchiaino di peperoncino in polvere
  • uno stampo per cioccolatini a scelta, preferibilmente in silicone


Spezzettate il cioccolato e fondetelo in un pentolino a bagno maria (dentro un altro pentolino pieno d'acqua) senza far bollire l'acqua. Attendete che il cioccolato fuso arrivi a temperatura ambiente (25°/29°C) e unite il peperoncino e la panna, amalgamate e versate nello stampo aiutandovi con un cucchiaio. Muovete delicatamente lo stampo in modo da eliminare le bolle d'aria.
Mettete lo stampo in frigorifero per 30/40min per far solidificare il cioccolato, sarebbe meglio per una notte intera per avere i risultati migliori.
Con delicatezza rimuovete i cioccolatini dallo stampo e teneteli in un luogo fresco e secco, si possono conservare per un paio di giorni, ma non credo resisteranno così a lungo!


Beato cioccolato, che dopo aver corso il mondo, attraverso il sorriso delle donne, trova la morte nel bacio saporito e fondente delle loro bocche. Anthelme Brillat-Savarin 

venerdì 16 marzo 2012

Polpettine di baccalà

Per un aperitivo un po'diverso dal solito ho preparato delle polpettine di baccalà iper facili ed iper rapide alla portata di chiunque abbia voglia di mettersi ai fornelli!
Una famosa frase dice: << Cos'è il baccalà? Nient'altro che una mummia commestibile >>. Effettivamente come descrizione non è sbagliata,anzi, ma non rende giustizia a questa mummia deliziosa!
Se volete fare i raffinati chiedete al vostro pescivendolo se ha del "ragno"...

Per 12/15 polpettine circa, ma scompaiono alla velocità della luce, quindi abbondante:
  • 200g filetti di baccalà o stoccafisso morbido non salato (anche filetti di merluzzo congelati sono perfetti)
  • 1 uovo
  • 6/7 cucchiai di pangrattato
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • sale


Bollite il acqua leggermente salata i filetti di pesce per una decina di minuti. Scolateli e frullateli con un cucchiaio di pangrattato e il prezzemolo. In una fondina sbattete un uovo e in un piatto piano stendete abbondante pangrattato. Preparate le polpettine con mezzo cucchiaio di impasto ciascuna, date una forma tonda, passatele nel uovo e fatele rotolare nel pangrattato.
Friggetele in abbondante olio caldo finché non saranno ben dorate e assorbite l'olio in eccesso su della carta da cucina perché siano più leggere.
Potete renderle incredibilmente sfiziose con una salsa alla senape (tipo maionese con un pizzico di senape) o al curry o quella che vi attira di più!

lunedì 12 marzo 2012

Focaccine più o meno home made...

Una ricetta pluricollaudata per accompagnare gli affettati o da usare come base per creare. Focaccine fatte più o meno in casa, nel senso che a vederle sembrano home made ma in pratica arrivano da un rotolo di pasta pronta per focaccia. Ma non mi formalizzo, tornando tardi dall'ufficio, come la maggior parte di voi, non avrei il tempo per preparar l'impasto!


Con un foglio di pasta per focaccia otterrete più o meno 8 focaccine:
  • pasta per focaccia pronta
  • olio d'oliva extravergine
  • sale grosso
  • rosmarino
Preriscaldate il forno a 220°C.
Dividete l'impasto in circa 8 parti uguali, impastatele un attimo e distendetele a mano cercando di dare una forma tonda al tutto. Bucherellate le vostre focaccine con una forchetta e cospargete con sale grosso, olio d'oliva, un po'di rosmarino e dritte in forno per 10 min!


Se vi piace l'idea provate anche le focaccine al formaggio!

venerdì 9 marzo 2012

I love Lattughino!

A un passo da Piazza Cinque Giornate ha aperto da qualche tempo il Bistrot di Lattughino, un indirizzo imperdibile per chi ama mangiare in modo sano pietanze gustose e ricercate. Gli ingredienti sono spesso biologici e di provenienza certa, sempre imprescindibilmente di prima qualità. 
L'idea di Lattughino, dal 2009, è quella di fornire un sevizio di food delivery che unisce la tradizione della cucina Bio al New York Dely (piatti tradizionalmente americani).


Il menu spazia da fantasiose insalate, a burger vegetariani e non (anche di tonno), a zuppe e piatti speciali. Qualche esempio? Nituke di tofu, Ceasar's salad, bocconcini di seitan al limone, crema di carote e ginger, più una vasta selezione di piatti che variano quotidianamente a seconda degli arrivi di materie prime.
Per ogni piatto sul menu sono indicati apporto calorico, proteine, grassi e carboidrati. Il packaging per le consegne a domicilio è semplicemente geniale: si compone di una scatola in materiale biodegradabile che diventa una pratica tovaglietta con cui potrete evitare di macchiare tutta la scrivania dell'ufficio (testata più e più volte dalla vostra Arnalda!).

Il menu e i piatti del giorno

Il locale è fresco e accogliente, con un arredo divertente e un'immensa parete lavagna su cui potrete scoprire tutte le meraviglie del menu.
Se avete voglia di depurarvi è possibile acquistare una settimana di dieta detox a domicilio, e per i chi ama correre con l'arrivo della bella stagione Lattughino organizza delle sessioni di jogging aperte a tutti in zona Navigli, come si dice questi ragazzi pensano proprio a tutto!

Stefano Capelli, che con Paolo e Christian ha creato Lattughino

Lattughino Take Out Store & Bistró
Via Anfossi, 2 - Milano
Orari: Lun - Dom 11.00/16.00 - 19/24.00.

Lattughino Take Out Store (Navigli)
Via A.Ponti (di fronte al civico 1) - Milano
Lun - Ven 11.00/16.00 - 19.00/23.00 Sab 11.00/16.00.
Chiuso Sabato sera e Domenica.

02.87280181
Pranzo/Cena da 8 a 20€
Free WiFi

mercoledì 7 marzo 2012

Insalata con tofu, mango, rapanelli e rucola

Per rispondere finalmente alle domande degli amici vegetariani ecco una rapida insalata con tofu fresco e ingredienti fantasiosi. Rucola, rapanelli e mango sono un fresco mix per un'insalata un po'speciale.
Per chi non conoscesse il tofu è un "formaggio" di latte di soia ottenuto dalla cagliata di quest ultimo, quindi è perfetto per chi è intollerante al latte vaccino, e nelle diete vegetariane spesso è utilizzato per integrare le proteine assieme ad altri alimenti naturali.

Per una pers:
  • 3 rapanelli
  • 1/2 mango maturo (scegliete quelli importati via aereo sono molto più saporiti)
  • 2 manciate di rucola a foglia piccola
  • 2 fette di tofu
  • olio extravergine d'oliva
  • aceto balsamico 
  • peperoncino (facoltativo)
  • sale


Lavate ed asciugate la rucola, pulite il mango facendo attenzione al nocciolo centrale, pelatelo e tagliate la polpa a listarelle. Lavate i rapanelli ed affettateli finemente. Tagliate a cubetti regolari il tofu ed assemblate il tutto. Spolverate con i peperoncini e condite con sale, olio e aceto.

lunedì 5 marzo 2012

Cupcakes con scaglie di cioccolato e glassa esagerata!

La mania delle cupcakes ormai dilaga! Dopo l'era dei muffins dolci e salati è il momento delle cupcakes. La differenza?! Le cupcakes sono semplicemente dei muffins decorati con una crema ipercalorica a scelta, che fa si che e da banali tortine come per incanto si tramutano in meravigliose sculture zuccherine!
Dopo che Carrie e le amiche di Sex & the City le hanno consacrate a oggetti del desiderio, orde di ragazzine impazzite si mettono pazientemente in coda ogni giorno da Magnolia Bakery a New York, ormai vero e proprio tempio di queste bombe caloriche, mentre io mi domando senza trovar risposta come mangiarle senza ritrovarmi la glassa anche sul naso?! 


Per 12 muffins:

  • 380g farina 
  • 200g zucchero
  • 250ml latte intero
  • 180g burro morbido
  • 2 uova
  • 2 manciate di scaglie di cioccolato
  • una bustina lievito per dolci + un pizzico di bicarbonato


Frosting al cioccolato (una volta scoperti gli ingredienti non lo mangerete mai più... anyway):
  • 110g burro morbido
  • 180g zucchero a velo
  • 50g cacao in polvere 



Muffins: Unite il burro morbido allo zucchero e lavorateli possibilmente con delle fruste elettriche, quindi aggiungete le uova e incorporatele nell'impasto. Di seguito aggiungete gradualmente il latte, la farina e il lievito. Per ultime aggiungete le scaglie di cioccolato.
Imburrate e infarinate ogni forma della teglia da muffin, in alternativa inserite un pirottino in ogni cavità. Riempite ogni stampo con l'impasto per poco più di metà e infornate a 180°C per 20/25 min circa.

Frosting: Lavorate il burro con lo zucchero a velo e unite il cioccolato. Mettete la ghiaccia in una sacca da pasticcere e decorate come preferite, se non la possedete aiutatevi con un cucchiaio e decorate con una forchetta o il lato di un coltello, semplicemente seguite l'ispirazione del momento!

venerdì 2 marzo 2012

Mafalde napoletane ai carciofi freschi

Continuiamo col trend della cena per aspiranti chef che guardano con aria desolata i fornelli! Una ricetta di grande impatto poco più complicata di aglio, olio e peperoncino. Da qualche parte dovrete pur trovare il coraggio di cominciare, no?!

Per una pers:
  • 2 carciofi
  • 80/100g mafalde napoletane o spaghetti
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 peperoncino
  • olio extravergine d'oliva
  • prezzemolo tritato
  • sale



Cuocete la pasta in acqua bollente e salata per qualche minuto meno del tempo di cottura indicato sulla confezione.
Eliminate le foglie esterne dei carciofi. Tagliateli a metà, rimuovete le spine tagliano le cime con un coltello e asportate le barbe interne. Affettate finemente i carciofi e saltateli rapidamente in padella per un paio di minuti con olio, aglio e peperoncino, aggiungete la pasta e tiratela a cottura per qualche attimo.
Come ultimo tocco una spolverata di prezzemolo fresco tritato e potrete strabiliare voi stessi con le vostre nuove abilità culinarie e i vostri ospiti increduli!