venerdì 21 dicembre 2012

Santa Claus is coming to town… Buon Natale e biscotti a volontà!


Santa Claus is coming to town!!!! E se riuscirà a esser puntuale come ogni anno lo dovrà solo al prode Rudolf che con il suo naso luminoso anche nelle notti più tempestose gli illumina la via e guida le altre renne della slitta. Quando arriverà Babbo Natale non scordatevi di fargli trovare un bicchiere di latte e dei gustosi biscotti! Il giorno dopo non ve ne pentirete! Se volete seguire Babbo Natale nel suo giro del mondo ho trovato il sito ufficiale!!!

Per 15/20 biscotti:
  • 300 g farina
  • 150 g zucchero bianco
  • 150 g burro morbido
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo


Amalgamate tutti gli ingredienti, cercando di non lavorare troppo l'impasto quando avrete una pasta uniforme fatene una palla e lasciatela riposare in frigo per 30 min almeno. Poi stendetela creando uno spessore di 4/5 mm. Intagliate con le formine che preferite e disponetele su una teglia ricoperta di carta da forno. Cuocete per circa 20 min in forno a 180°C, ricordando che più i biscotti sono grandi più hanno bisogno di cuocere. Saranno pronti quando avranno un bell'aspetto dorato e in cucina si sentirà un delizioso profumo. Fate raffreddare bene i biscotti prima di spostarli o si romperanno, parlo per esperienza!
Quest'anno ho deciso di non usare né glasse né coloranti artificiali per non alterare il sapore dei biscotti, ma a una spolverata di brillantini alimentari non sono riuscita a resistere.

Vi dono una poesia di 
Emily Dickinson 
che mi ha dedicato una cara amica per questo Natale.

Un anno fulmineo - uno sfarzo - una lacrima 
lo svegliarsi un mattino
per scoprire che ciò per cui ci si sveglia,
inala un’alba diversa.
                                                                                  
Auguri Buon Natale e uno sfavillante Anno Nuovo a tutti voi!

lunedì 17 dicembre 2012

Nobile: il bistrò de Milan!

Un posto curato nei minimi dettagli è quello che ci vuole per rigenerarsi a pranzo nella famosa "ora d'aria" dell'ufficio, per un caffè al volo o un the nel week end. Da poco più di un anno affianco ai giardini di via Palestro è nato Nobile, nonostante il nome che può sembrare snob, non è nulla di tutto ciò, anzi la gentilezza è di casa sia con le persone che con gli animali (portano una ciotolina d'acqua fresca ai vostri amici a quattro zampe) !

Lampadari diversi decorano il soffitto.
Il menu di mezzogiorno è molto completo spazia dai panini, alle insalate, a piatti unici, primi e secondi. Si percepisce chiaramente che tutti i piatti sono realizzati con materie di prima qualità, e qualche tocco creativo dà brio al menù. Le presentazioni sul piatto anche a mezzogiorno sono inaspettatamente notevoli.


I piatti del giorno sono una delle cose più interessanti e variano a seconda della stagione: d'inverno non mancano zuppe fumanti come la vellutata di zucca con riso soffiato e chèvre,  e d'estate piatti freschi come la tartare di ricciola con wasabi la fanno da padroni. Fissi nella lista troviamo piatti come la fesa di tacchino con couscous di verdurine con menta e uvette, trofie fresche con pesto alla genovese, fagiolini e patate, e l'igloo di salmone è una certezza.

Ogni panino è creato con pochi ingredienti ben definiti in modo che nessuno sovrasti l'altro. Al momento del caffè una piccola attenzione, che non guasta mai, una mattonellina artigianale di gelato ricoperto di cioccolato fondente. Invece, per l'ora del the un'ottima selezione di nove diverse miscele di Mariage Frère, non lascerà indifferenti gli appassionati, che potranno scegliere tra molti biscotti e torte.
Il menu della sera è firmato dal poliedrico Sadler, che propone piatti più complessi e strutturati, ma devo essere onesta non l'ho ancora provato a cena, a breve vi saprò dire. :)
Torte e tortine per tutti i gusti in versione natalizia.
Corso Venezia 45, 20121 Milano
MM Linea Rossa Palestro
Tel. 02.49526592
Aperto tutti i giorni dal mattino presto a dopo cena
Pranzo 8/15 € Cena 35/50 € bevande escluse
Amici quadrupedi benvenuti!

giovedì 13 dicembre 2012

Insalata improvvisata con filetto di cervo al marsala e crema di cachi!

Una ricetta velocissima, invernale e alla portata di tutti.
L'ho preparata al volo a casa di amici quando ci si interrogava sul da farsi di alcuni filettini di cervo con gli ingredienti che c'erano al momento. Un piatto improvvisato e mezzo inventato ma che in tavola ha fatto il suo figurone!
Per chi se lo chiedesse i filetti di cervo si trovano comunemente nel banco surgelati dei supermercati un po' forniti, o dagli specialisti dei surgelati. Tra l'altro in questo periodo li ho visti anche in offerta...

Per 2 pers:
  • 2 filetti di cervo da 180/200g ciascuno
  • un caco maturo
  • una noce di burro
  • mezzo bicchiere di marsala o porto
  • sale grosso
  • 100g insalata verde novella 

Improvvisando fuori casa ero sprovvista di qualunque props, chiedo venia! :)
Fate scongelare come indicato sulla confezione i filetti di cervo per tempo, se non vi piace il sapore "selvatico" che spesso hanno potete metter la carne a bagno nel latte per una notte.
Lavate accuratamente l'insalata e disponetela su di un piatto.
Estraete la polpa del caco con un cucchiaio e frullatela senza aggiunger nulla fino a ottenere una crema.
In una padella antiaderente mettete una noce di burro, quando comincia a colorirsi aggiungete i filetti interi di cervo a rosolare a fuoco vivo cospargendo di sale grosso ogni lato. La cottura in genere non supera i 6/7 min altrimenti la carne diventa dura, è uno di quei casi in cui è fondamentale che sia almeno un po' al sangue.
Come ultimo tocco sfumate con il marsala, fatelo evaporare per qualche secondo e servite tagliando a fette il cervo. Disponete i filettini sull'insalata e decorate con le due salse.

giovedì 6 dicembre 2012

Nigellissima: la Domestic Goddess in town!

Indovinate un po'?! Nigella Lawson qualche giorno fa è volata fino a Milano per presentare il suo ultimo libro ispirato liberamente all'Italia: Nigellissima. 
Un libro pieno di ricordi e aneddoti che ripercorrono i periodi che ha trascorso nel Bel Paese. Un meltin pot di ricette che attraversano tutte le regione senza escluse, con ricette che spaziano dal pesto per arrivare a piatti che tanto piacciono agli inglesi stile maccaroni & cheese. 


Alessandro Borghese ne firma l'introduzione: << Alcune ricette non richiedono molto tempo e molti ingredienti, altre solo rivisitate secondo il suo estro con un pizzico di Anglo-twist, con combinazioni particolari e fantasiose che regalano sapori nuovi.>>
Un dettaglio non trascurabile: durante tutta la presentazione Nigella ha parlato in un perfetto italiano incantando tutti i giornalisti e blogger. Un attimo dopo centinaia di persona in coda per ricever la propria copia del volume autografato, altro che rockstar!


Si so già a cosa state pensando, qualche tempo fa voci indiscrete parlavano di un drastico dimagrimento di Nigella e la stampa si è scatenata sull'argomento. Dopo averla vista di persona potrete dormire sonni tranquilli, vi posso assicurare che era florida e in formissima come sempre, quindi si è trattato semplicemente di un uso di photoshop smodato, nulla di grave!

lunedì 3 dicembre 2012

Vellutata di rape con fiocchi di bacon croccante

Ho sempre pensato che le persone si dividano in due categorie quelle che comprano le rape al supermercato e quelle che le osservano sul banco della verdura con un’espressione interrogativa e poi proseguono per la propria strada comprando delle banali e confortanti zucchine. Per amore vostro e della scienza ho provato a passar dall’altro lato della barricata comprando finalmente questi oggetti misteriosi. Per giorni sospettosa le ho osservate sul ripiano del frigorifero decidendo cosa fare del loro futuro… E la risposta è stata zuppa! 


Per 4 pers:
  • 4 rape
  • 2 patate
  • 1 scalogno o mezza cipolla bianca
  • 8/10 fette di bacon
  • 1l di brodo di pollo o verdure o acqua+dado
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 1 pizzico di sale
  • 3 cucchiai d’olio d’oliva
Tagliate finemente lo scalogno, fatelo rosolare con l’olio, in una pentola fonda. Pelate le rape e le patate, tagliatele a piccoli pezzi circa 2x2cm in modo che la zuppa cuocia in fretta. Unite le rape e le patate, fatele cuocere per qualche minuto a fuoco vivo e sfumate con il vino. Attendete che tutto il vino sia evaporato, aggiungete il brodo. Fate cuocere per 20 min, per vedere se le verdure sono cotte pungendole con una forchetta dovrebbero risultare morbide. A questo punto frullate con un frullatore ad immersione. Se la crema dovesse esser troppo asciutta aggiungete un po’d’acqua, e solo alla fine regolate il sale a vostro piacere.
Tagliate il bacon a striscioline e saltatelo in una padella antiaderente senza aggiunger grassi,in pochi minuti risulterà croccante. Passatelo nella carta da cucina per sgrassarlo. Decorate la vostra vellutata con i fiochi di bacon.

Le rape sono quasi non caloriche sono perfette per chiunque è in fase salutista o detox.