giovedì 24 ottobre 2013

Cetrioli in agrodolce "asian mood"

In ogni ristorante cinese al posto degli involtini primavera ordino questi cetrioli in agrodolce, la ricetta di riferimento, che ho cercato di ricreare è quella del Giardino di Giada di Milano. Prepararli è banale ma per riuscire a farli come piace a me ho provato più ricette e da queste ho ricavato la mia. Sono ottimi come antipasto o contorno, col loro retrogusto acetoso possono essere perfetti per accompagnare piatti molto grassi come la carne di maiale. Potete usarli anche nell'hamburger come alternativa ai pickles tradizionali.


Per 2 pers:
  • 1 cetriolo medio
  • 2 cucchiai di miele (d'acacia se volete un sapore più dolce, di castagno se volete una nota amarognola)
  • 2 cucchiai d'aceto di mele (quello di riso faccio sempre fatica trovarlo)
  • 1 peperoncino secco
  • 1 ciuffo di coriandolo fresco (facoltativo)
  • sale grosso
Lavate il cetriolo e intagliatelo se avete uno strumento adatto, altrimenti semplicemente tagliatelo a metà per il lungo e poi ancora a metà. Quindi riducetelo a tocchetti di 2-3 cm, metteteli in un colapasta e cospargeteli di sale grosso così che il cetriolo perda il suo amaro. Passata una mezzora sciacquateli. In una ciotola unite il miele, l'aceto e il peperoncino secco, mescolate fino a ottenere una salsa fluida e immergete i cetrioli, dimenticateveli in questa salsa in frigo per almeno 6 ore o una notte. Solo al momento di mangiarli levateli dalla salsa e cospargeteli di coriandolo tritato.

Nessun commento:

Posta un commento