mercoledì 27 marzo 2013

In cucina con...Ely e la sua impareggiabile Cheesecake alle mandorle!

Oggi sono in cucina con Elisa! Dopo una carriera avviata nell'hotellerie di lusso, da due anni a questa parte preferisce girare il mondo con il marito Andrea, viaggiatore altrettanto entusiasta ed instancabile. Ora che non si districa più tra improbabili turni alberghieri e ricerche di nuovi hotel, si è riscoperta abile ai fornelli e amante della pasticceria americana. Fu "mamma" Laurie, che durante l'anno di studi negli Stati Uniti, le insegnò l'arte vera e propria della pasticceria americana, partendo dai più classici Cheesecake New York Style e muffin di ogni genere per arrivare ai coloratissimi cakepops.
Oggi sogna di trasformare una passione in lavoro con il suo golosissimo progetto Ely's Factory, insieme alla sorella Caterina, la sua più grande fan e sostenitrice!

Elisa Baldo con una delle sue deliziosissime torte!


In cucina con? Il mio grembiule, il primo che mi è stato regalato, la mia coperta di Linus in cucina: lo cambio solo quando diventa di un altro colore ;-)

Come hai cominciato a cucinare? Ho sempre "pasticciato" in cucina e anche piuttosto bene (dicono); dei dolci non ho mai potuto fare a meno, così ho iniziato a prepararli per pura golosità personale!

Per chi ami cucinare? Mi piace stupire la mia famiglia, soprattutto mamma e papa' che vedo pochissimo e che si meritano ogni tanto di essere viziati un po'. Non posso non includere mio marito Andrea e mia sorella Caterina, i miei giudici più temibili! ;-)

La tua massima in cucina? A meno che non sia carbonizzato, nessun piatto è irrecuperabile!

Piatto preferito? Da buona genovese, linguine al pesto, rigorosamente con patate e fagiolini.

La tua ricetta di oggi? Cheesecake alle mandorle, l'unica ad essere capovolta prima di essere servita: sparita la classica base di biscotti sbriciolati, solo una delicata copertura di mandorle tritate; nell'impasto aroma di agrumi freschi quanto basta.


Per 10/12 porzioni:
  • 15 g di burro non salato, ammorbidito
  • 110 g di mandorle tritate finemente
  • 900 g di crema di formaggio (Philadelphia), a temperatura ambiente
  • 80 ml di panna fresca
  • 200 g di zucchero
  • 5 uova grandi, a temperatura ambiente
  • Scorza grattugiata di 1 limone
  • Scorza grattugiata di 1 arancia
  • 1 cucchiaino di estratto puro di vaniglia 
Preriscaldate il forno a 180°C. Imburrate una tortiera rotonda e spolverizzate il fondo, che avrete coperto con carta da forno, con la farina di mandorle; mettetela da parte.
Nello sbattitore elettrico o con una frusta a mano, lavorate la crema di formaggio, la panna e lo zucchero fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Incorporate le uova, una alla volta. Aggiungete le scorze grattugiate e l'estratto di vaniglia.
Versate il composto nella tortiera e mettetela a sua volta in una teglia capiente. Versate con cautela nella teglia (non nella tortiera!) con cautela acqua bollente fino ad immergere la tortiera per i 2/3.
Cuocete per 15 minuti in forno, poi abbassate la temperatura a 120°C e cuocete per altri 60 minuti, aggiungendo altra acqua bollente se necessario.
Una volta estratta dal forno, lasciate raffreddare completamente la cheesecake e trasferitela in frigo per alcune ore; preferibilmente per un'intera notte. Capovolgetela su un piatto e servite!

lunedì 18 marzo 2013

Coscette di pollo arrosto con limone, aglio e Cognac!

Come preparare un pranzo o una cena con il minimo sforzo? Basta avere un forno, del pollo e pochi ingredienti, poi semplicemente infornate e potete disinteressarvi del tutto fino a fine cottura! Nulla di complicato no?! 


Per 4 pers:
  • 8/10 cosce di pollo
  • 2 spicchi d'aglio
  • 4 cucchiai di Cognac
  • 1 linone
  • rosmarino
  • sale
Preparate la marinata unendo gli spicchi d'aglio tritati grossolanamente, la scorza di un limone, il succo di metà limone, il cognac e 7-8 ciuffetti di rosmarino. Mettete la marinata in un sacchetto alimentare assieme alle cosce per farle insaporire, o se preferite in una ciotola coperta con della plastica, lasciate riposare in frigorifero almeno per mezz'ora.
Preriscaldate il forno a 210°C e mettete le cosce con la loro marinata su una teglia, salate leggermente e infornatele per 40/45 min, ricordandovi di girare il pollo di tanto in tanto, finché non vi sembrerà cotto e ben dorato. Servite caldo e con un po' di rosmarino fresco.

mercoledì 6 marzo 2013

Wang Jiao: finalmente un vero cinese a Milano, anzi due!

Era tempo che sentivo parlare in toni entusiastici di questo ristorante in via Casati, il gemello del più famoso di via Padova, in effetti è stata una vera rivelazione! E' apparso dal nulla dove prima c'era un bistrot francese dall'arredamento total white provenzale con mobili decappati. Il nuovo look del locale essenziale ma cool sui toni del viola e grigio scuro rimanda ai ristoranti asiatici della zona di Rosenthaler Straße a Berlino, il che dà già un'ottima prima impressione. 


Le cameriere sono estremamente gentili e rapide. Il ricco menù racchiude piatti che noi europei diamo per scontati come i ravioli al vapore, involtini vari e spaghetti di ogni tipo, affiancati dai piatti più strani elaborati e apprezzati dai tanti cinesi che frequentano il locale. Dettaglio non trascurabile per capire se un ristorante etnico è autentico, o quantomeno buono. Una delle specialità è la scodella di fuoco: un piccolo wok portato in tavola su di una fiamma accesa. Il piatto è composto con germogli di soia, porri, peperoncini a volontà, pepe di sichuan e a scelta gamberoni, calamari, puntine di maiale, piccanti o ali di pollo.


I ravioli al vapore o saltati in padella sono molto delicati e la singola porzione è da cinque pezzi, al contrario dai soliti quattro. Le tagliatelle, che loro chiamano, così hanno un'ottima consistenza e sembrerebbero fatte in casa. Le zuppe sono moltissime e variopinte, gli abitué dei tavoli vicini vengono apposta per gustarle. Il maiale in agrodolce con ananas, cipolle e peperoni che in giro raramente riesco a trovare di mio gusto è finalmente croccante e la salsa è equilibrata, non eccede né di acido né di zucchero. I più avventurosi possono spingersi verso il mondo del quinto quarto, le prelibate interiora. Ammetto di esser stata un po'disattenta sui dolci perché avevo già in programma di prendere un caffè marocchino e una meringa bruciata da Pavé, nella stessa via a solo un isolato di distanza, la prossima volta mi occuperò anche di quelli!

Wangjiao
Via Casati, 7 tel. 02.87280596 
Via Padova, 3 tel. 02.2613224 
Milano
Per 2-3 piatti e acqua indicativamente 15€ 

venerdì 1 marzo 2013

Doctor Gourmeta - Carlo Spinelli racconta IlMangiaDischi, food&music on air

Intervista a Carlo Spinelli, il vulcanico mattatore della live performance IlMangiaDischi. Uno show che vede affiancati uno chef di alto livello e un noto artista musicale, uniti da una tematica comune e dall’amore per musica e cucina. Il mix è fresco, vincente, accattivante e a tratti imprevedibile. Un programma che si distacca dai soliti cliché gastro-musicali mostrando i lati più veri e umani dei protagonisti.