mercoledì 29 maggio 2013

NUN: a taste of middle east! Giovani talenti per un kebab cool!

Me lo avevano consigliato in tanti ma come sempre se non vedo, o meglio se non assaggio, non ci credo!
Quindi è giunto il momento di provare una delle grandi novità gastronomiche di Milano, l'ultimo nato sul filone dello street food di grande qualità. Scordatevi la vecchia idea di kebab col pavimento appiccicoso e uno spiedo di carne di dubbia provenienza (il che non mi ha comunque mai fermata..) è tempo di una nuova cucina mediorientale!

Nun nasce da otto amici che con un piccolo budget hanno cercato di realizzare il loro sogno. Ognuno ha contribuito apportando il proprio sapere e la sua creatività, mi raccontano Alberto e Damiano mentre mi preparano una delle loro specialità. Alcuni di loro sono italiani di seconda generazione, le loro famiglie provengono dalle aree più diverse del Medio Oriente, così hanno deciso per orientarsi verso questo tipo di piatti. Parlare di kebab è riduttivo: c'è la possibilità di creare il proprio panino con sei diversi tipi di pane, tre ripieni, sei salse e più di dodici ingredienti a piacere.

Il menù lavagna di NUN con gli ingredienti per comporre i panini
Da provare assolutamente i falafel (le polpette a base di ceci normali e piccanti) e il Sabich (un panino israeliano con melanzane fritte e uova sode che veramente merita). Le salse sono deliziose e per i palati italiani volutamente sono un po' meno piccanti. Particolare attenzione è prestata ai vegetariani infatti nel menu ci sono moltissime gustose possibilità alternative alla carne. Nell'indecisione affidatevi ai ragazzi che vi sapranno consigliare al meglio. Per quanto di dimensioni ridotte l'ambiente è molto accogliente, pulito e luminoso. I toni del bianco uniti a qualche elemento di design rendono questo piccolo locale il posto ideale per una pausa pranzo o un dopo cinema. Anche il rapporto qualità-prezzo è ottimo. Che dire? Approvato!

Damiano e Alberto in al bancone di NUN

Via Spallanzani 36, Milano
02.91637315
Tutti i giorni 12-23
Free Wifi
Menu completo 6€ circa

giovedì 16 maggio 2013

Incontri imprevisti al supermercato: gli Okra!

Tra uno scaffale e l'altro del supermercato si possono fare incontri imprevisti! Rettifico per i più maliziosi non mi riferisco alle liaisons da supermercato, che ho appurato esser solo leggende metropolitane, ma meramente al contenuto dello scaffale!
Chi si sarebbe mai  aspettato di vedere nel supermercato che frequento, dove un avocado o un mango sembrano quasi trasgressivi, una confezione di okra!!! Sono super versatili e basta offrirli a degli amici perché ti guardino ammirati per i sei mesi successivi, il che non è da sottovalutare.


Sono comuni a moltissime cucine del mondo ma le prime che mi vengono in mente sono quella Giapponese e quella Indiana. Hanno un sapore tra la zucchina, il fagiolino e il peperoncino verde dolce e non sono assolutamente piccanti.
Per prepararli basta lavarli e saltarli in padella con un filo d'olio e un pizzico di sale per non più di 5-6 minuti.
Si possono grigliare, mettere nello yogurt per fare una salsa salata, aggiungerli a una salsa al curry per prenderla più particolare, stanno bene praticamente con tutto.

Gli Okra tagliati a fette sembrano delle piccole stelle, in Giappone li dividono a metà in diagonale
Dalla carne al pesce essendo molto delicati non ci sono ingredienti con cui cozzano, l'unica pecca è che non rendono molto una decina bastano si e no per 2. Per il resto una volta assaggiati ora che sono anche al supermercato non ne potrete fare più a meno.

*Alcuni li chiamano gombo e in altri mille modi ma sono esattamente la stessa cosa.

mercoledì 8 maggio 2013

#Makeitdirty il bbq più folle dell'anno per festeggiare Eugenio Roncoroni!

Arnalda is back! Dopo aver latitato per qualche tempo rieccomi con nuove idee, sapori e indirizzi!
Un assaggio?! Vi porto al bbq più folle dell'anno tra "griglie roventi, spiedi carichi, immagini di film d’autore, covoni di fieno, rombanti motociclette d’epoca!"