mercoledì 29 gennaio 2014

Mini tartare di salmone affumicato con crema di rafano e aneto

Una ricetta semplicissima, che non richiede nessuna particolare abilità in cucina, né una cottura è l'ideale per un aperitivo o un pranzo leggero. Basta assemblare il tutto e il successo è assicurato! Per creare qualcosa di buono in cucina non è fondamentale esser grandi chef! 


Per 1 pers:

  • 3-4 fette di salmone affumicato
  • 1/2 cucchiaino di crema di rafano o cren
  • 1 cucchiaino d'aneto tritato
  • qualche foglia d'insalata riccia
  • 1 cucchiaio di melograno sgranato
  • qualche crostino di pan carré
Sovrapponete le fette di salmone e tagliatele prima a listarelle poi a cubetti, se questi non vi sembrano abbastanza piccoli tagliateli ulteriormente. Passate il salmone in una ciotolina e mischiatelo all'aneto e al cren fino a condirlo uniformemente.
Preparate sul piatto un letto di foglie d'insalata riccia e spargete il melograno.
Mettete il salmone su un altro piatto per dargli la forma che preferite con le posate e trasportatelo con delicatezza al centro dell'insalata aiutandovi con una palettina.
Servite la tartare con dei crostini tiepidi.

*Se non trovate il cren potete sempre condire il salmone con un pizzico d'olio e limone oppure sostituire il limone con la senape.

martedì 14 gennaio 2014

Tsukiji Market: l'alba al mercato del pesce più grande del mondo

Quando la città sembra più calma c'è una parte di Tokyo che comincia a vivere: Tsukiji, il più grande mercato del pesce esistente al mondo. Una città nella città che da lavoro a più di 600.000 persone, con le sue leggi e le sue usanze, un luogo duro ma affascinante e pieno di energia. Il cuore pulsante di questo mercato è la parte interna dove alle 5 del mattino cominciano le aste dei tonni, mercanti e ristoratori accorrono per aggiudicarsi il pesce più prelibato. E quando si parla di tonno le cifre possono raggiungere anche il milione di dollari per un solo esemplare, i giapponesi farebbero qualunque cosa per un tonno eccezionale!

Non esser investiti da carretti e muletti è più complicato del previsto!
Tutto il pesce viene mosso nel mercato con dei muletti velocissimi che non si faranno troppi problemi a passarvi sopra (non è un modo di dire, sono centinaia e cattivissimi!), tenete gli occhi aperti e immergetevi nella vostra esplorazione del mercato. Subito dopo le aste dei tonni si comincia a sfilettare il pesce ancora surgelato e ogni pezzo ha una speciale lavorazione e un suo rivenditore, c'è perfino un banchetto che vende solo gli occhi... Alla prima impressione questa operazione può sembrare cruenta ma tutto viene fatto con massimo rispetto e riconoscenza verso il cibo, il tonno è quasi venerato, non ci sono sprechi e nell'aria non si sente il minimo odore di pesce.

Sfilettatura del tonno, nulla è sprecato!
Se volete potete seguire la filiera del tonno qualche scalino più a valle, basta andate qualche banco più il là, e acquistare dei pezzi di tonno più o meno grassi in base alla vostra preferenza (la ventresca cruda anche alle 7am merita) e irrorarli con della salsa di soia sul posto. Non fatevi ingannare, anche il banchetto che vi sembra più decadente ha delle misure igieniche elevatissime per cui mangiate tranquillamente quello che volete senza nessuna controindicazione, io l'ho fatto e lo rifarei. Ma se volete del sushi anche se sono le 8 am potete mettervi in coda nei tanti ristorantini nella parte esterna del mercato.

Selezione, pesa e vendita al dettaglio dei tranci di tonno migliori 
I più buoni si riconoscono immediatamente dalla coda smisurata che come minimo durerà 30 min, se siete pigri come me mangiate i pesci direttamente dal pescivendolo e dedicate quei 30 min a comprare strani ingredienti, coltelli (ve ne parlerò più in là), utensili vari, ciotoline e bacchette di ogni tipo a prezzi molto convenienti. Anche se non volete fare shopping gastronomico girate tra i banchetti, vedrete cose mai viste: pesci essiccati microscopici o immensi, ortaggi a me tuttora sconosciuti, ragazzi travestiti da granchi, poliziotti che guidano le maree di golosi e stranezze varie. Un paio d'ore trascorse a Tsukiji possono valere il viaggio stesso in Giappone!

Da sx: bottega di stoviglie, scaglie di tonno, carretti, abalone (delizia locale), chele smisurate di granchio, sushi bar.

Tutte le info al link qui sopra.