venerdì 5 giugno 2015

Pizza fritta per "far fuori" tutti gli avanzi

So già che i cultori della pizza mi odieranno ma nei miei giri al supermercato mi sono imbattuta più e più volte in strani impasti per pizza, perché diciamocelo, non tutti hanno il tempo di attender che l'impasto lieviti. Così mi sono messa a sperimentare un po'di prodotti e per quanto riguarda la pizza fritta con l'impasto pronto viene che è una meraviglia. Non avrei mai pensato ma è così. Parlo degli impasti semiartigianali, la pasta per pizza che vendono nella vaschetta bianca o nei sacchetti, non quella già stesa!!! Si lascia una quindicina di minuti all'aria ed è pronta all'uso! Nella pizza cotta al forno qualche differenza si percepisce ma nella pizza fritta no.
E' la classica ricetta ideale per "far fuori" gli avanzi, la pizza fritta si può vestire in mille modi, potete usare quelle due fette di prosciutto rimaste in frigo o quel formaggio che sta per scadere e che buttarlo è un peccato e quel sugo di pomodoro che è troppo poco per condire la pasta.
  

500 g di pasta per pizza per circa 8 pizzette:
  • 500 g di pasta pronta per pizza
  • sugo cotto di pomodoro, quello che vi è avanzato dagli spaghetti della sera prima è perfetto
  • parmigiano o pecorino grattugiato
  • origano secco (ne ho preso al supermercato uno di Pantelleria che è insuperabile!)
  • sale
  • olio per friggere 

Prendete 50-80 g d'impasto per volta e stendetelo grossolanamente, allargatelo bene e quando avrà una forma ovale mettetelo a friggere nell'olio ben caldo. Vedrete che si gonfierà in un attimo, attendete che sia bello dorato e appoggiatelo sulla carta da cucina per assorbire l'olio. A questo punto non si deve far altro se non vestire la pizza fritta con quello che si vuole. Qui l'ho preparata con sugo di pomodoro, parmigiano e origano, ma non fatevi intimidire dalle ricette più classiche, osate senza timore e ricordate che potete anche tagliarla a metà come fosse un panino e farcirla.

Nessun commento:

Posta un commento